IT

Camicie cerimonia e bon ton, come uscire dagli schemi senza errori

   

Ogni anno torna puntuale, insieme alla primavera, il dilemma delle cerimonie che popolano le calde stagioni: classicità oppure originalità? Tradizione o modernità? Che tu sia un invitato, un testimone di nozze o perfino lo sposo, sarai combattuto tra la voglia di farti notare con dettagli ricchi di personalità e il forte timore di apparire overdressed o, ancor peggio, fuori luogo.


Reinterpretare i canoni del bon ton secondo lo stile che ti è proprio è la chiave giusta, ma tutt’altro che semplice.


Con questo nuovo post vogliamo proprio aiutarti nella scelta del tuo prossimo outfit all’insegna dell’eleganza, con qualche consiglio che saprà farti emergere in modo impeccabile, ovviamente sempre accompagnato da una camicia.


 


Primo step - Il dress code


La domanda che ti conviene porre preventivamente, per evitare passi falsi con conseguente dispendio di energie e risorse, è: i festeggiati hanno stabilito un dress code per la cerimonia? Un colore, uno stile, un modello, un tema? Se la risposta è sì, il tuo campo d’azione sarà molto più contenuto perché avrai già un’idea di base che ti condurrà verso la creazione del tuo look per l’occasione.


In caso contrario, step due senza alcuna esitazione!

Secondo step - L’orario


Va da sé che un abito portato a mezzogiorno sarà ben diverso da uno scelto per una cerimonia serale. Ecco perché, nonostante sia un elemento spesso poco considerato, l’orario è invece importantissimo per definire a grandi linee l’outfit verso cui ti orienterai.


Abbiamo visto come, ad esempio, il grande Frank Sinatra nel suo personale vademecum bandisse dopo il tramonto del sole qualunque colore non fosse nero o blu notte. Per il giorno potete prediligere tessuti leggeri e accessori essenziali ma spaziare un po’ di più con le nuance, riservando i capi più preziosi e i dettagli particolari al calare del sole.


 


Terzo step - Il classico è chic


Con una camicia da smoking, rigorosamente bianca, sei già a metà dell’opera. La sobria raffinatezza del bianco è un must che non passerà mai di moda, soprattutto nelle occasioni speciali.


La camicia bianca - o, più in generale, la camicia da cerimonia - potrà poi avere collo diplomatico, italiano o francese ma in ogni caso con impunture a filo, al limite del tessuto. Il polso gemello, apoteosi dell’eleganza, può essere sostituito da un polso doppio uso, che ti permetterà comunque di impreziosirlo con l’inserimento dei gemelli.


 

Quarto step - Gli accessori


Alla classicità del fit potrai affiancare, per la legge del contrappasso, l’originalità e la particolarità degli accessori. Se sull’invito è richiesto l’uso di cravatta nera, dissolvi pure ogni tuo dubbio e vai di tuxedo. Un classico per le occasioni serali e notturne eleganti, ma sempre più di tendenza per le cerimonie nuziali. Anche il papillon è ovviamente un compagno perfetto per lo smoking, soprattutto sui toni del nero. Se invece di cravatte e farfallini non ne vuoi proprio sentir parlare, opta per una elegante camicia con collo calla coreana. 


 


Quinto step - La location


Sai già dove si svolgerà l’evento? Una location tradizionale come la città richiederà un look altrettanto tradizionale, con abito scuro e giacca doppiopetto, oltre all’eventuale gilet se ami indossare il 3 pezzi e la circostanza ti consentirà un’eleganza più rilassata.


Un’ambientazione particolare e fuori dal comune, come ad esempio la spiaggia, potrebbe perfino sdoganare l’uso di un abito destrutturato in tessuti leggeri come cotone e lino, oppure uno spezzato. 


Se la tua prossima cerimonia si avvicina, è il momento di fare il primo passo. Dopo questi consigli la scelta sarà più facile del previsto.


    Scrivi un commento
    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. L’asterisco contrassegna i campi obbligatori*
    Notificami la risposta via e-mail