IT

Check yourself! Come abbinare camicie a quadri negli outfit classici

   

Chi dice quadri dice country? Questa è l’idea diffusa nell’opinione comune, noi siamo invece convinti che il pattern quadrettato possa essere un grande alleato della classicità. E nel solco della tradizione più pura legata al menswear, dopo averti descritto tante camicie da uomo a righe, è praticamente d’obbligo un cenno all’altrettanto variegato mondo dei check.


Li ritroviamo anno dopo anno come indiscussi protagonisti delle nuove tendenze fashion quando tartan, quadretti classici, scacchi e quadri grandi costellano tessuti per camicie da uomo, abiti eleganti, cappotti, borse, gonne, pantaloni e accessori di ogni tipo.


I quadretti più comuni nei tessuti per camicie


Vediamo allora insieme come la regolarità dei quadretti, delle griglie e dei plaid si traduce in emblema di raffinatezza e buon gusto, quando viene declinata negli outfit maschili più classici. Sì, perché l’uomo che vuole mostrarsi nella sua serietà e professionalità, sceglierà la geometria della linea, optando per una camicia a righe o, ancor meglio, a quadretti. Perché solo questo tipo di struttura sa essere formale o audace al tempo stesso, a seconda del modo in cui viene indossata e abbinata.


Di per sé i check, a differenza delle righe, tendono ad essere considerati più informali per via del loro schema complesso, che prevede appunto l’intrecciarsi di linee orizzontali e verticali intersecate ad angolo retto.


Eppure le camicie a quadri restano sempre un porto sicuro, soprattutto quando sono monocromatiche e si abbinano facilmente con abiti o cravatte. Il grado di eleganza della camicia da uomo che sceglierai sarà poi inversamente proporzionale alla grandezza dei quadri: se questi saranno mini o micro, come nella tipologia Gingham (o Vichy) ma in scala molto ridotta, l’occhio umano li interpreterà a distanza come dei solidi.


 

La camicia a quadri e l’oufit classico per il businessman


Per un look business casual che conservi la sua buona dose di imprinting classico - perfetto per il posto di lavoro o per occasioni formali - puoi optare per il tattersall, una variante dei più comuni graph check con diverse nuances all’interno delle linee, da accostare ad una cravatta monocolore che riprenda uno dei toni presenti sulla camicia.


Le cravatte a tinta unita sono infatti sempre un’opzione preferibile, a meno che tu non sia disposto ad osare con l’accostamento di un pattern simile a quello della camicia ma con quadrati di misura differente o, tutt’al più, con righe larghe di tipo Regimental.


    Scrivi un commento
    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. L’asterisco contrassegna i campi obbligatori*
    Notificami la risposta via e-mail