IT

Il club collar: perché l’eleganza è esclusiva

   

Lo sapete che le camicie da uomo non sono tutte uguali? Non ci stiamo riferendo alla diversità dei colori, delle stampe, delle trame che arricchiscono i tessuti: quelle sono peculiarità che appagano l’occhio e che danno un tratto distintivo al capo a seconda delle stagioni e delle tendenze. Ci riferiamo a quei “piccoli” dettagli che fanno una grande differenza, che nella loro essenziale invisibilità appagano il cuore e raccontano la storia di questo capo. Un esempio è il collo camicia, che possiamo definire come l’”anima”, l’elemento fondamentale che delinea lo stile e la personalità di un uomo. Ci sono molti tipi di collo camicia, quello italiano, francese, botton-down, alla coreana e poi c’è lui, il “club collar” sinonimo di nobile eleganza.


Il club collar è il colletto arrotondato, un tipo di collo camicia piuttosto raro da vedere in giro - anche se ultimamente è ritornato di moda – e con una storia curiosa. Nasce infatti a Eton, uno dei college più esclusivi dell’Inghilterra che ha visto passare tra i banchi importanti ministri del Regno Unito e i principi Harry e William. Per distinguersi dagli studenti degli altri college, che indossavano divise e camicie con classici colletti a punta, gli etoniani iniziarono a portare le camicie con il colletto smussato: un modo per dimostrare, in maniera quasi snob, la loro appartenenza ad una istituzione esclusiva. Da questa concezione di appartenenza elitaria, il club collar, nel corso degli anni, ha anche catturato l’attenzione di tanti uomini ricchi di ogni sorta, dagli eleganti gangster degli anni ’30 ai broker e pubblicitari. Nel mondo della moda e del cinema, oggi, la camicia da uomo con colletto arrotondato viene spesso indossata da personaggi famosi come David Beckham e Tom Hardy proprio per dimostrare quella ricercata eleganza inglese.


Ma come si indossa e abbina una camicia da uomo con club collar? Per i più perfezionisti del look, andrebbe accompagnata da una spilla in metallo prezioso, meglio oro bianco o argento, da portare direttamente sul colletto, sulla camicia, sotto la cravatta o il papillon a seconda dello stile che si vuole avere. In ogni caso, il colletto arrotondato sta benissimo anche senza alcun tipo di accessorio, l’importante è che sia completamente abbottonato. In fatto di abbinamenti, infine, il club collar può essere portato con il classico abito a tre pezzi coordinato o lo spezzato a due pezzi. Per una scelta di stile più distintiva ed elitaria, invece, potete sempre togliere la giacca e indossare la camicia con un paio di chinos. 


    Scrivi un commento
    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. L’asterisco contrassegna i campi obbligatori*
    Notificami la risposta via e-mail