IT

La camicia di lino – da Albini una fibra biologica che ha una lunga tradizione

 

Lo stile trasversale, per questo così apprezzato, della camicia di lino, nasconde un’anima profonda dal sapore artigianale, grazie alle caratteristiche legate a questa fibra organica e all’approfondita selezione eseguita da Xacus, per ottenere filati di qualità superiore, prodotti da realtà d’eccellenza che hanno fatto di ricerca e produzione una vera missione.
Uno dei maggiori punti di riferimento nel settore dei filati pregiati è Albini che vanta un’esperienza lunga più di 140 anni nella coltivazione e produzione di tessuti di alta qualità e rigorosamente tracciati.


È Luca Buttarelli, Direttore Commerciale di Albini, a parlarci del loro lino, prodotto in Normandia, protagonista assoluto delle collezioni estive che da metri di filato in numerose varianti cromatiche, prende, la struttura impeccabile di una camicia da uomo, traspirante e confortevole, adatta a coprire le molteplici esigenze dell’uomo contemporaneo, la cui giornata si svolge da un meeting in ufficio a una gita in barca al tramonto, senza rischiare di cadere in cadute di stile. Ma anche caftani e chemisier per una donna sempre elegante e attenta ai dettagli.


 


 


 


 

Una premessa importante su cui fare una riflessione riguarda la comune convinzione che il lino debba essere prodotto in zone calde: falso, perché in realtà il lino ha bisogno di un clima fresco e ricco di piogge, clima facilmente riscontrabile nelle zone della Normandia, in cui noi coltiviamo questa fibra, nota per le sue caratteristiche termoregolatrici, in grado di proteggere tanto dal freddo, quanto dal caldo, riuscendo a trattenere l’umidità molto più di tanti altri filati.


“Il processo di filatura che noi usiamo, fa sì che la qualità del tessuto si mantenga alta nel tempo. Perché per sua natura il lino presenta delle irregolarità, in quanto fibra vegetale. È quindi il procedimento utilizzato nella filatura che fa la differenza, eliminando o limitando le irregolarità. Quante più irregolarità (i cosiddetti nest) vengono limitate, più alte sono le aspettative di un prodotto d’alta gamma. Il nostro presenta, senza dubbio, il risultato più uniformato”. Dichiara con orgoglio Luca Buttarelli, aggiungendo un secondo aspetto che distingue il prodotto di Albini da quello presente nel resto del mercato, riguardante la vasta gamma di nuances che offerte dall’azienda di Albino.
Dalle tinture indanthrene a quelli delavè che attraverso il loro tono smorzato, allargano la loro proposta con infinite varianti cromatiche, permettendo a un cliente come Xacus di offrire delle camicie con nuances fuori dal comune, attraenti per il cliente che cerca un prodotto innovativo per il tempo libero. Alcune sfumature, infatti, hanno il pregio di conferire profondità al tessuto, oltre a un effetto più opaco a contatto con la luce, ideale per un utilizzo più informale e più rilassato alla camicia.

 


Tema di primaria importanza, oggi più che mai, è quello della sostenibilità, di cui il lino è alleato per natura, perché già dal punto di vista della sua coltivazione è meno invasivo rispetto a quello del cotone, perché non richiede l’utilizzo di prodotti chimici antibatterici, e perché viene di per sé coltivato in zone piovose, quindi l’acqua di cui necessita non è di natura artificiale. Il nostro lino, coltivato in Europa, è certificato con la denominazione European Flex, il cui impatto ambientale causato dal trasporto è annullato perché il prodotto rimane entro i confini del nostro continente.


 


    Scrivi un commento
    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. L’asterisco contrassegna i campi obbligatori*
    Notificami la risposta via e-mail