IT

La camicia Oxford - trama d’autore

   

Grande classico per il businessman attento allo stile, la camicia oxford è la scelta più adottata, anche in occasioni meno formali, per la sua trama confortevole, soprattutto nella sua versione button-down.


La sua composizione è quella che la rende unica e insostituibile: fili di titolo sottili di vario colore, raddoppiati in ordito, con un unico filo di trama bianco più spesso e morbido che creano un effetto canestro, dal tipico aspetto punteggiato.



Questa è una delle trame più diffuse tra le camicie uomo, nasce nel XII secolo in Scozia, zona in grande fermento per la ricerca d’intrecci e materiali del settore tessile, che ha dato vita a 4 tessuti pregiati che presero il nome delle 4 prestigiose università britanniche: Cambridge, Yale, Harvard e Oxford. Quest’ultimo raggiunse una notorietà e un valore tale da rappresentare uno status symbol, diventando un caposaldo del preppy style, scelto per fabbricare le divise da college, dato il suo tessuto traspirante e la vestibilità confortevole.


 


 

Chi ha scelto la camicia in tessuto oxford per le sue comparizioni ufficiali ha contribuito a diffondere la sua popolarità senza tempo, come John F. Kennedy, o Miles Davis nella copertina del suo album Milestones in cui ne indossa una verde. Anche in una scena del film Voglio danzare con te Fred Astaire danza sui pattini a rotelle, in una pista di pattinaggio a Central Park, con una camicia oxford bianca e una cravatta regimental.


La sua evoluzione prende il nome di Royal Oxford, chiaro riferimento alla sua versione più pregiata che presenta la sua armatura a tela composta di soli filati più sottili, sia in ordito che in trama. L’effetto che si ottiene è di un tessuto per camiceria più rasato, distinguendosi per la sua particolare lucentezza e il peso inferiore rispetto al suo antenato.


    Scrivi un commento
    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. L’asterisco contrassegna i campi obbligatori*
    Notificami la risposta via e-mail