IT

Storia della camicia da donna: Dal Novecento fino ai giorni nostri – Parte 4

   

Eccoci arrivati alla fine della storia della camicia donna, un viaggio iniziato ai tempi dell’antica Roma e che si conclude con il Novecento fino ai giorni nostri. Con il progresso e l’entrata delle donne nel mondo del lavoro si annuncia finalmente la loro emancipazione, inoltre la moda femminile attinge con molta disinvoltura dall’abbigliamento maschile. Apripista di questo cambiamento nel nuovo secolo è Coco Chanel, l’iconica stilista che impone la camicia bianca, ne stravolge il taglio e la rende un vero capo cult.


La rivoluzione di Chanel fu quella di proporre tipi di camicie dal look essenziale e maschile. Grazie a lei, molti stilisti iniziano a liberare la loro creatività anche tramite questo capo basic: nel secondo dopoguerra, Christian Dior propone la camicia in organza abbinata con gonna di raso nera. E anche le dive di Hollywood degli anni Quaranta cominciano a dettare il loro stile, un esempio è Audrey Hepburn che nel film “Vacanze Romane” del 1953 gira in vespa per Roma con le maniche della camicia arrotolate.


Questi sono anche gli anni delle pin-up che esaltano la loro femminilità e sensualità indossando la camicia donna in vari modi, abbottonata per sottolineare le curve o con il collo camicia aperto per evidenziare la scollatura. Arrivano poi gli anni Sessanta e Settanta, il periodo dei movimenti rivoluzionari, del femminismo e della cultura pop. In questo contesto, la camicia bianca subisce un’altra trasformazione. Basta mostrare il corpo femminile, le camicie classiche uomo entrano a far parte del guardaroba delle donne che desiderano un look più androgino. Simbolo di questo capovolgimento stilistico è la copertina dell’album Horses di Patti Smith.


Con l’arrivo degli anni Ottanta e Novanta la camicia donna è stata interpretata e rappresentata in tutti i modi: oversize, con collo chiuso e tenuta fuori dai pantaloni oppure slim, indossata dentro una gonna alta in vita che slancia la figura. Oggi, la camicia da donna è un capo estremamente versatile, sinonimo di bellezza ed eleganza immutabili.


 


    Scrivi un commento
    Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. L’asterisco contrassegna i campi obbligatori*
    Notificami la risposta via e-mail