IT

Le camicie da uomo al Pitti: le maniche corte sono cool

   

Tempo di Pitti Uomo, tempo di tendenze. E quest’anno la parola chiave è: relax. Proprio in questi giorni a Firenze si scrivono i capitoli della prossima stagione estiva 2019 e la sceneggiatura potrebbe essere quella di un film americano del primo dopoguerra. Sì, perché a primeggiare sono le camicie da uomo in stile hawaiano e in stile bowling che Xacus interpreta nella collezione Heritage.


Colli ampi, informali, fit morbidi e confortevoli con stampe esotiche, colori vivaci e accesi che fanno da contraltare a una proposta più posh con tinte unite su tessuti come l’Oxford leggero, il lino e il misto lino oppure il popeline e il micro tencel. Comune denominatore: la manica corta, da indossare con ironia su outfit più casual ma da considerare anche per abbinamenti più formali per l’ufficio e il tempo libero.


Le camicie da uomo presentate da Xacus al Pitti Uomo 2019 sono un rilettura della silhouette dal sapore anni ‘60/’70, con un gusto vintage e una sensibilità estetica che richiama il cinema del dopoguerra (da vedere assolutamente Elvis Presley nel film “Blue Hawaii” del 1961). Attenzione ai dettagli, quindi, nuove mescole, un percorso cromatico che si declina su quindici nuovi capi – sette in tinta unita e otto con stampe dal mood esotico: sono questi i capitoli del racconto che Xacus vuole narrare per l’uomo del prossimo anno.


Ma non saranno solo questi i capitoli che l’azienda porta a Firenze. Nei giorni del Pitti, infatti, sarà presentato un progetto editoriale unico e prestigioso: lo “Shirt Manual”, un libro che descrive con dovizia di particolari la camicia nella sua storia, nella sua conformazione, nella sua natura più tecnica. È l’inizio di un itinerario, nel mondo delle camicie da uomo. Un viaggio che inizia a Firenze e che arriva al cuore dello stile.